Arcani Maggiori: Il Carro

Leggere i Tarocchi - Il Carro

È il carro della vittoria e della regalità, il veicolo cubico, ancora legato alla realizzazione materiale, sul quale il condottiero trionfante percorre il mondo. Impugnando lo scettro del comando, attraverso il quale capta le energie del cosmo, guida con sicurezza il cocchio, trainato da due cavalli. Punta diritto alla meta, concretamente determinato a non lasciarsi tentare da promettenti deviazioni e a non smarrirsi in un misticismo sterile, fine a se stesso. Il trionfatore ricalca alla perfezione il temperamento del guerriero romano, cui era dedicato il carro trionfale. Si tratta, dunque, di un costume storicamente attestato sia in epoca repubblicana che imperiale, quando era d’uso gratificare i condottieri vittoriosi con un giro onorifico intorno al Campidoglio e nelle strade adiacenti, in segno di riconoscimento pubblico al valore militare. Il personaggio raffigurato dall’arcano n. 7 manifesta tutta la sicurezza di chi ha combattuto e vinto superando ostacoli quasi insormontabili. Incoronato come un imperatore, segno di chi esercita a ragione un potere, indossa una corazza rossa, colore della lotta e dell’azione, che lo salvaguarda dalle tentazioni materiali, ovvero le colonne verdi e gialle a sostegno del baldacchino. A questa fa da contrappeso l’azzurro della clamide, che rimanda alla componente intellettuale e spirituale del personaggio. Nello stesso senso agiscono le due spalline gialle, simili a mezze lune, rappresentazione del mondo sublunare: le emozioni, gli istinti sui quali ha ottenuto il dominio. A comprovarlo sembra intervenire anche il disegno formato dall’allacciatura del corpetto, che ricorda la squadra massonica, significatrice dell’ordine universale: è questo il segnale delle vere intenzioni del trionfatore. Nonostante l’apparenza bellicosa e dominatrice, infatti, non è al potere materiale che aspira, quanto, piuttosto, al perfezionamento morale: conciliazione e sintesi del corpo, dell’anima e dello spirito, simboleggiati dalle tre gemme sulla corona, come stelle sul capo. Non a caso si tratta proprio del settimo arcano del mazzo. Il sette, infatti, è il numero del compimento, dell’interezza di una serie: sette sono, non casualmente, i giorni della settimana in cui Jahvè portò a termine la creazione, sette le virtù, sette i vizi capitali. E sette anche le note musicali, i colori dell’arcobaleno, i pianeti noti all’astrologia antica, prima della scoperta di Urano, avvenuta solo alla fine del XVIII secolo. Ma, continuando a pensare in termini di trionfo e di compimento, ecco emergere una nuova allegoria: il trionfatore altro non è che una personificazione del Sole e il carro il cocchio con il quale l’astro – nelle varie culture: Osiride, Surya, Helios – solca ogni giorno il cielo, dall’alba al tramonto. Chi infatti è più vittorioso del Sole che lotta e annienta ogni nuovo giorno i demoni del buio? E chi più di lui sintetizza il compimento, se è proprio grazie al suo cammino che gli anni e i secoli terminano il loro corso? Oltre al numero sette, anche il tre, emblema di perfezione, gioca un ruolo fondamentale nella carta. Infatti, l’immagine, il re più i due cavalli, suggerisce l’idea del triangolo. Ma ecco che il tre, sommato al quattro (le colonne che sostengono il baldacchino), dà nuovamente come risultato sette, il numero magico per eccellenza. Il Carro è analogicamente collegato a Netzah, la sephirah del trionfo e della vittoria, nonché alla lettera zayin dell’alfabeto ebraico.


SIGNIFICATI POSITIVI

Trattandosi di un arcano di trionfo, almeno quando compare diritto, imprime al gioco una spinta positiva. Maturato attraverso le scelte e le prove, il consultante sperimenta una nuova condizione di consapevolezza, stabilità emotiva, fiducia in se stesso, autocontrollo. Una nuova fase, attiva ed energica dell’esistenza, dunque, arricchita da progetti, conquiste, riuscita ottenuta grazie alle proprie capacità direttive e alla facoltà di persuadere facilmente eventuali collaboratori e subordinati. Moltissime e tutte entusiasmanti sono le promesse della carta diritta: trionfo sulle difficoltà, superamento di un periodo di incertezza, riconoscimenti, supremazia sui rivali, progresso, fortuna. La situazione presente, dinamica e in via di evoluzione, sia in senso materiale che morale, richiede decisione e fermezza. Il consultante sta affrontando con coraggio le proprie mete, che vive entusiasticamente come sfide contro se stesso. Carta di espansione e di massima indipendenza, non esclude tuttavia qualche rischio, soprattutto quando la lotta per un giusto ideale è condotta a ogni costo, senza tenere conto delle reali condizioni esterne, con un certo gusto per il rischio e l’azzardo. Non mancheranno tuttavia gli aiuti insperati, protezioni, appoggi: un periodo di lotta e di esperienza, spesso solitaria, estremamente fecondo.

In amore: La situazione affettiva evolve in favore del consultante. Il momento è propizio per cominciare a costruirsi un’esistenza a due, per il matrimonio, per una riconciliazione. Nella coppia sussiste un affetto tenero e sicuro nonostante un pizzico di prepotenza insita nel partner. Novità entusiasmanti e avventure pepate per chi è ancora alla ricerca dell’anima gemella.

Lavoro e denaro: Una situazione professionale o sociale invidiabile. Successi, avanzamenti di carriera, ambizioni realizzate grazie alla grinta e al potere decisionale del consultante. Spostamenti, arrivi, viaggi fortunati a scopo professionale o scolastico. Studi che proseguono bene, con particolare riferimento agli esami universitari di filosofia, lingue, storia delle religioni. Coronamento della carriera scolastica, diploma, laurea. Occasioni favorevoli, colloqui di lavoro, corsi e stage da non lasciarsi sfuggire. Successi per gli sportivi, in particolare per chi pratica agonismo a livello professionale. Transazioni commerciali favorevoli, affari ben conclusi, associazioni fruttuose, espansione di imprese, contratti importanti. Particolarmente favorite le attività di import-export, le spedizioni, la navigazione.

Salute: È sempre indice di una salute di ferro, nel pieno della vitalità e dell’equilibrio. Forma perfetta, longevità, superamento di qualsiasi problema fisico. Preziosi alleati da non sottovalutare sono lo sport e il buon umore, che influenzano positivamente anche il fisico.

Persone: Uno straniero particolarmente benevolo nei confronti del consultante, un ambasciatore, un console, una personalità politica, un viaggiatore, uno sportivo, un esploratore, un militare, un predicatore, un religioso, un insegnante, un traduttore, un avvocato. Si tratta in ogni casodi una persona, più di frequente di sesso maschile e di età compresa fra i quaranta e i sessant’anni, molto sicura di sé, combattiva e idealista, dotata di talento, iniziativa e con buone possibilità di successo. Pertanto, può riferirsi al capo, a un padrone o, comunque, a un individuo che gode di una situazione sociale privilegiata, ma anche a un fratello maggiore, a un amico, al partner, al socio affidabile.


SIGNIFICATI NEGATIVI

Una carta così forte e dinamica non può che invertire o esasperare, se capovolta, tutti i suoi buoni auspici. La lotta permane sempre in primo piano, ma, mentre se la carta è diritta è sicuramente coronata da successo, se la carta è capovolta può avere esito incerto oppure implicare un grande dispendio energetico. Quando poi le carte vicine peggiorano con la loro negatività la situazione, la vittoria si tramuta in sconfitta, il successo in un progetto fallimentare e la strada percorsa a testa alta dal trionfatore si rivela una strada infida e pericolosa. Nei casi migliori, senza arrivare all’insuccesso, può trattarsi di un momento di stasi o, talvolta, a causa della perdita di controllo, di una poco onorevole fuga dalle responsabilità. Quello che più di tutto crea problemi è la fiducia in se stessi, carente o eccessiva che conduce, nel primo caso, all’inconcludenza, alla debolezza, alla mancanza di coraggio e di chiarezza, fino ai limiti della confusione e del panico, nel secondo all’arroganza, all’ambizione sfrenata, all’uso di mezzi poco puliti pur di arrivare a ogni costo. Il consultante, mancando completamente di diplomazia e di tatto, non difende le proprie posizioni se non in maniera disordinata e spesso offensiva. Tende, quindi, a sottovalutare le difficoltà e, soprattutto, i diritti altrui, comportandosi da dittatore, con crisi di collera, rigidità, litigi, ingiuste vendette, o, peggio, da parassita, da opportunista, pigro, limitato, disorganizzato, confuso e del tutto incapace di adeguarsi alla realtà e ai doveri, che anzi cerca di sfuggire eternamente. Da non escludere la presenza di ostacoli esterni e difficilmente sormontabili, contro i quali la volontà del consultante cozza invano, o la perdita di qualcosa che teneva già in pugno; un aiuto promesso potrà venire improvvisamente a mancare. È spesso la carta del cattivo governo, ingiusto e dittatoriale contro il quale è doveroso ribellarsi. Agitazioni sindacali, conflitti, querele.

In amore: Segnala sempre una situazione di grossa insoddisfazione all’interno del rapporto, che può sfociare in una rottura. Responsabile ne è quasi sempre il temperamento troppo forte del consultante o del partner, causa di litigi, infelicità affettiva, rancori, vere e proprie fughe in avventure extraconiugali.

Lavoro e denaro: Grossi guai professionali dovuti a errori o all’atteggiamento troppo bellicoso del consultante. Conflitti e invidie fra colleghi, intolleranza nei confronti delle direttive di superiori. Un viaggio di lavoro rischia di essere rinviato o di trasformarsi in un fiasco a causa di ritardi o incidenti. Tuttavia l’arcano non è sempre così distruttivo: in compagnia di carte positive, rispecchia semplicemente i timori del consultante riguardo a un colloquio, a un esame, a un viaggio o a un posto direttivo per cui non si ritiene all’altezza. Anche in questo caso il problema numero uno rimane sempre la sproporzione, in difetto o in eccesso. Segnala infatti grosse perdite commerciali, investimenti inadeguati alle proprie possibilità, debiti insoluti.

Salute: Squilibrio, stanchezza, dispendio energetico superiore alle proprie possibilità, rischio di ferite, emorragie, incidenti, interventi chirurgici. I problemi riguardano le anche, le cosce, il fegato, il pancreas e spesso sono da imputare all’alimentazione squilibrata del consultante.

Persone: Un uomo che tende a ostacolare, aggressivo, oppressivo, tirannico. In presenza di carte deboli un individuo frustrato, debole, represso.


Commenti chiusi